Nella società pandemica. Prove tecniche di tecnocosmo

18.00 

di Agostino Cera
anno 2022
#9 Le noci
214 pp.
ISBN 9791280074324

Acquista versione PDF

Acquista versione Ebook

Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

Il fenomeno pandemico è uno “straordinario” detonatore teoretico, capace di porre in rilievo temi e questioni poco o per nulla visibili in un contesto “normale”. Le riflessioni ospitate nel volume – costantemente sospese tra metafisica e giornalismo – rinvengono il proprio Leitmotiv in un tema classico del pensiero filosofico da un secolo a questa parte: la (questione della) tecnica, opzione sempre meno opzionale, sempre più necessaria per un mondo globalizzato.

Con un piglio analitico puntuale ma che indulge generosamente nell’ironia, la prima parte propone uno zibaldone pandemico, assemblando esempi di “giornalismo metafisico” che si focalizzano su alcune ricadute epifenomeniche della vicenda pandemica: dall’idolatria del dato, all’imporsi di un principio de-responsabilità quale stile di governo, fino a una possibile antropologia del virologo. Nella seconda parte, invertendo i poli in una sorta di “metafisica giornalistica”, attraverso tre saggi di stampo più convenzionale vengono individuate le linee di fondo della emergente società pandemica: una cornice sociale ed epocale al cui interno un fenomeno pandemico si impone come rischio congenito: il tipo di criticità a essa connaturato.

In tal modo la società pandemica si delinea come l’antefatto per l’avvento di un tecno-cosmo. Si può essere nella società pandemica soltanto se, a monte, si è già data un’epoca della tecnica.

Anteprima

L'AUTORE

Agostino Cera (Pomigliano D’Arco, 1974)

Ricercatore in Filosofia Teoretica presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara. Si occupa di: filosofia tedesca contemporanea, filosofia della tecnica, antropologia filosofica, filosofia del cinema e, più recentemente, di Antropocene.

RASSEGNA STAMPA

Fata Morgana Web, Salvatore Spina, 12 giugno 2022