La Terra di Dante

16.00 

Rodolfo Coccioni
anno 2021
156 pp.
ISBN 9791280074508

Acquista versione PDF

Sfoglia la lista dei desideri
Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

Per celebrare il settimo centenario della morte di Dante Alighieri (1321-2021), questo saggio ci presenta una sintesi del pensiero del sommo poeta sulle tematiche attinenti alle Geoscienze e trattate nella Divina Commedia. Il linguaggio, privo di eccessivi tecnicismi e volutamente divulgativo, guida il lettore, anche quello non specialista, a comprendere come queste tematiche furono trattate nell’immortale poema dantesco. Emergono argomenti suggestivi, e perfino inediti, capaci di stimolare lo stupore del lettore di oggi e sollecitare la sua curiosità di conoscere cose sempre nuove, pur se in parte ereditate da quelle antiche. Anche con questi frammenti geologici, Dante costruisce il substrato sul quale, nei tre secoli successivi, si sarebbe sviluppata quella rivoluzione culturale e scientifica che avrebbe portato alla nascita della scienza moderna.

L'AUTORE

Rodolfo Coccioni (Corinaldo, 1948) Professore Onorario dell’Università di Urbino. Già Professore Ordinario di Paleontologia e Direttore dell’Istituto di Geologia. Presidente della Società Paleontologica Italiana dal 2012 al 2015. Attualmente è responsabile del Festival Nazionale delle Geoscienze “Settimana del Pianeta Terra” che ha ideato nel 2012, Presidente dell’Associazione Italiana di Geologia Medica, Direttore dell’Osservatorio Scientifico “Pianeta Terra” e membro del Consiglio Scientifico del “Centro Interdipartimentale di Studi Urbino e la Prospettiva. L’umanesimo scientifico da Piero e Leonardo alla rivoluzione galileiana”. Da oltre tre decenni svolge attività di divulgazione scientifica e culturale nell’ambito delle Geoscienze. Ha pubblicato il saggio Leonardo da Vinci. Fossili, rocce e altre simili cose (Aras Edizioni, 2019).