Dei doveri dell’uomo

18.00 

Giuseppe Mazzini
anno 2022
#17 I volti di Clio
pp. 204
ISBN 9791280074515
a cura e introduzione di Marco Severini

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

Nel 1860, in un’Europa instabile e disuguale non dissimile all’attuale, Mazzini pubblicò il “libretto”, così lo definì, Doveri dell’uomo. Un messaggio costruttivo e progressista, laico e profondamente etico. Appare oggi attuale e vitale nel riaffermare il bisogno di un senso di appartenenza e coesione sociale laddove pesanti nubi di egoismo, edonismo e autoreferenzialità si addensano sul presente. Tale concretezza è anche la ragione della sua modernità, nonché della sua incredibile diffusione – ha venduto un milione di copie tra 1860 e 1960 – e dell’influenza che ha avuto in diversi angoli del pianeta.

 

Anteprima

 

IL CURATORE

Giuseppe Mazzini (Genova 1885 – Pisa 1872) esponente di punta del patriottismo risorgimentale, contribuì alla nascita dello Stato unitario italiano. Le teorie mazziniane furono di grande importanza nella definizione dei moderni movimenti europei.

Marco Severini (Senigallia 1965) insegna Storia dell’Italia Contemporanea e Storia delle Donne presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata. Ha fondato (2011) e presiede l’Associazione di Storia Contemporanea che annovera oltre 460 soci in tutto il mondo. Ha dedicato a Mazzini ricerche riguardati il ruolo di deputato e triumviro nella Roma del 1849, di pensatore e scrittore nell’età della Restaurazione, di europeista, nonché altri relativi allo sdoganamento della sua figura nell’Italia degli ultimi anni e al radicamento e ai lasciti del pensiero mazziniano. Ha pubblicato trenta monografie e una cinquantina di curatele che indagano soprattutto la storia politica, quella odeporica, la storia della storiografia e quella delle donne.

RASSEGNA STAMPA

Il senso della Repubblica – Anno XV n. 5 Maggio 2022 Supplemento mensile del giornale online Heos.it, Dei doveri dell’uomo oggi, dialogo con Marco Severini, di Sauro Matterelli, maggio 2022