La nostra fede

10.00 

di Piero Gobetti
a cura di Giorgio Fontana
anno 2021
#10 Collana Gobettiana
64 pp.
ISBN 9791280074041

Acquista versione PDF

In libreria il 18 febbraio >>> Attenzione! Spedizione a partire dal 18 febbraio

Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

La nostra fede originariamente compare nella prima rivista gobettiana, «Energie Nove», nel 1919, e mai prima d’ora era stato pubblicato in volumetto autonomo. La fede di cui parla Gobetti è condizione basilare dell’azione politica, sempre connessa all’incertezza, e preda del cinismo se non sorretta da ideali. È una passione sorgiva che si affianca alla razionalità, ma senza nulla di retorico: una fede laica, calata nel mondo, perché “il nostro idealismo non può limitarsi a uno sforzo teorico, deve pervadere noi e il tutto di un so o solo di vita intima, intensa”. Da qui il “rigido senso di responsabilità”a essa legato, che rifiuta ogni soluzione sbrigativa.
E se c’è una cosa che oggi manca è proprio la lungimiranza, l’elogio della lentezza – concetti che invece ricorrono più volte in questo piccolo capolavoro.

“Odio gli indifferenti”, scriveva Gramsci nel febbraio 1917.  “Non può essere morale chi è indifferente”, scrive due anni dopo Piero Gobetti: l’indifferenza è scelta di non scegliere, di non impegnarsi per una metamorfosi morale dell’umanità: e oggi tale minaccia si fa ancora più grave.


Questo libro è promosso dal Centro studi Piero Gobetti per ricordare il 60° anniversario della sua fondazione, avvenuta a Torino il 16 marzo 1961. La ricorrenza coincide con i 120 anni della nascita di Piero Gobetti (1901-1926): un’occasione unica per tornare a domandarsi: «Perché Gobetti?». Infatti, a distanza di 120 anni dalla nascita, a quasi 100 dalla morte, «l’interesse per il giovane ideatore e propugnatore di una immaginaria rivoluzione italiana, che non è stata in nessun luogo e non sarà in nessun tempo, non si è affevolito». (N. Bobbio, Italia fedele. Il mondo di Piero Gobetti, Passigli, Firenze 1986, p. 6.)

Il volume è il decimo della collana Gobettiana.

IL CURATORE

Giorgio Fontana (Saronno, 1981) è scrittore e sceneggiatore di fumetti; insegna scrittura e collabora con diverse testate giornalistiche. Con il romanzo Morte di un uomo felice ha vinto il Premio Campiello 2014. Il suo ultimo libro è la vasta saga familiare Prima di noi (Sellerio, 2020).

 

RASSEGNA STAMPA

Quante Storie, Rai3, 26 febbraio 2021.

Il Fatto Quotidiano, “Gobetti e la battaglia liberale contro tutti gli indifferenti” di Massimo Novelli, 6 febbraio 2021.

Il Corriere della Sera – Torino, “Anche Gobetti odiava gli indifferenti” di Alessandro Chetta, 4 febbraio 2021.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.