Non ricordo. Amnesie, vuoti di memoria, rimozione nella letteratura e nel cinema noir

23.00 

a cura di Alessandra Calanchi e Roberto Mario Danese
anno 2020
#16 Urbinoir Studi 
232 pp.
ISBN 9791280074034

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

La perdita di memoria, l’amnesia, la rimozione sono di fatto alcuni degli espedienti più intriganti della narrativa d’indagine, del thriller, del noir.

Spesso le tensioni dei personaggi si giocano non solo sulla scena del crimine, ma anche successivamente nel chiuso di una stanza dove un indagato, o un testimone, deve affrontare un lasso di tempo di cui non si ricorda o di cui non vuole ricordare nulla.

Il tema del vuoto di memoria – nelle sue varie espressioni, dall’amnesia alla rimozione alla patologia vera e propria – può legarsi a sintomi da sindrome post-traumatica, ma può anche configurarsi come una strategia – più o meno consapevole, più o meno elaborata – di sopravvivenza o d’inganno.

Sono molti gli scrittori e i registi che si sono cimentati con queste tematiche. Attraverso una selezione di casi, da Alfred Hitchcock ad Agata Christie, dallo smemorato di Collegno di Sciascia a La versione di Barney di Richler, e altri ancora, si offre una panoramica sufficientemente ampia per analizzare il fenomeno.


“Ognuno di noi ha un’ombra. Meno questa è incorporata nella vita conscia dell’individuo, tanto più è nera e densa.” Carl Gustav Jung

 

Indice e prefazione

 

I CURATORI

Alessandra Calanchi è professore associato di Letteratura e Cultura Angloamericana presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Studiosa di noir, è autrice e curatrice di numerosi saggi in ambito internazionale. Svolge attività di traduttrice ed è responsabile della sezione sulla Letteratura Criminale dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi. Fa parte del comitato scientifico di crimemagazine.it.

 

 

 

Roberto Mario Danese è professore ordinario di Filologia classica, Fortuna della cultura classica, Letteratura e cinema presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, dove dirige il Centro Internazionale di Studi Plautini. È docente nel Dottorato in Scienze dell’antichità e archeologia dell’Università di Pisa. Ha fondato e dirige, presso l’editore Carocci, le collane “Hypokrisis. Teatro Poesia Traduzione” e “Ludi Plautini Sarsinates”; condirige la collana “Letteratura e antropologia” presso l’editore Quattroventi.

Ti potrebbe interessare…

Sale!

Crimini e scrittura. La perizia grafica negli Stati Uniti

18.00  17.10 

Sergio Agostinis e Beatrice Catenacci
anno 2018
#11 Urbinoir Studi 
216 pp.
ISBN 9788899913434

Acquista versione PDF

Sale!

Dietro le quinte del noir. Gli addetti ai lavori si raccontano

14.00  13.30 

A cura di Alessandra Calanchi
anno 2014
#2 Urbinoir-studi
178 pp.
ISBN 9788898615322

Acquista versione PDF

I labirinti della mente. Tra criminal profiling e thriller psicologico

20.00 

A cura di Maurizio Ascari, Alessandra Calanchi
anno 2018
#13 Urbinoir Studi 
200 pp.
ISBN 9788899913519

Acquista versione PDF

Esaurito

Sembrava un incidente. Staging sulla scena del crimine

23.00 

Cristina Brondoni
anno 2018
#12 Urbinoir Studi 
294 pp.
ISBN 9788899913489

Acquista versione PDF

Esaurito