L’intellettuale indipendente. Da una lettera di Adelelmo Campana

18.00 

a cura di Cesare Panizza, con un contributo di Silvia Cecchi
anno 2022
#11 Le noci
182 pp.
ISBN 9791280074621

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

Adelelmo Campana fu un intellettuale poliedrico della provincia pesarese con uno sguardo teso ben oltre i suoi confini. Il suo lavoro culturale, quasi di bianciardiana memoria, si declinerà in pratica attiva e sociale. Tanto ché, per un quinquennio (1975-1980), aderisce da indipendente alla campagna di rinnovamento del Partito comunista italiano.

Da una sua lettera del 1981, indirizzata all’ex sindaco comunista di Pesaro Marcello Stefanini, e mai resa nota, nasce l’idea di questo saggio sull’autonomia incondizionata del pensiero culturale per fronteggiare quel “diffuso torpore delle idee” che pervade l’attuale vita civica del Paese.

Il volume si completa con una raccolta di scritti dell’intellettuale che ne riflette gli interessi culturali, sociali e politici. Sono pagine dense di visioni necessarie e di una progettualità concreta a oggi incompiuta.

Anteprima dal contributo di Cesare Panizza

L'AUTORE

Adelelmo Campana
(Carpegna, 1931 – Pesaro, 2013)Laureatosi in lettere con Natalino Sapegno alla Sapienza di Roma, è stato professore di italiano e latino presso il liceo classico “Mamiani” di Pesaro, poi, fino al pensionamento, ispettore ministeriale della Pubblica istruzione, e docente a contratto all’Università “Carlo Bo” di Urbino. Intellettuale di spicco della sua città e non solo, dal 1975 al 1980, è nominato assessore alla Cultura del Comune di Pesaro come indipendente per il Partito comunista italiano.

Cesare Panizza
Dottore di ricerca in storia contemporanea, è docente a contratto di storia contemporanea presso l’Università del Piemonte Orientale e assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Verona. Ha curato di Piero Gobetti L’autobiografia della nazione (Aras Edizioni, 2016) e di cui è in corso di pubblicazione una nuova edizione.
Il suo libro, Nicola Chiaromonte. Una biografia (Donzelli, 2017) ha vinto l’edizione 2018 del Premio Acqui Storia per la saggistica e il Premio Matteotti 2019.