Urbino Press Award. Dodici anni di giornalismo americano (2006-2017)

11.00 

A cura di Alessandra Calanchi, Maria Messina
anno 2019
120 pp.
ISBN 9788899913670

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

IL LIBRO

Non è il Nobel, non è il Pulitzer, non è lo Strega: l’URBINO PRESS AWARD è un premio meno conosciuto ma dall’alto valore culturale e interculturale, tant’è che si muove sul piano internazionale, fra Italia e Stati Uniti. È nato in una piccola città del centro Italia, sede di una delle più antiche università.

I premiati dell’Urbino Press Award a oggi:
Diane Rehm (2006)
Michael Weisskopf (2007)
Martha Raddatz (2008)
Thomas L. Friedman (2009)
David Ignatius (2010)
Helene Cooper (2011)
Sebastian Rotella (2012)
Wolf Blitzer (2013)
Maria Bartiromo (2014)
Gwen Ifill (2015)
Mark Mazzetti (2016)
Sanjay Gupta (2017)

 

Indice

LE CURATRICI

 

Alessandra Calanchi è professore associato di Letteratura e Cultura Angloamericana presso il dipartimento di Scienze della Comunicazione, Studi Umanistici e Internazionali dell’Università di Urbino Carlo Bo. Si occupa prevalentemente di narrativa ebraico-americana, paesaggio sonoro e crime fiction, prediligendo un approccio interdisciplinare legato agli studi culturali. Il suo ultimo libro si intitola Alieni a stelle e strisce. Marte e i marziani nell’immaginario USA (2015).

 

 

Maria Messina è cultrice della materia di Diritto privato presso la Scuola di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Urbino, membro del Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi sulle Famiglie, Infanzia e Adolescenza. Ha pubblicato articoli di ricerca su siti specializzati e riviste accademiche, tra i quali “Fondi strutturali, l’Ue contro le frodi” e “La legge italiana sulle unioni civili. Riconoscimenti e rischio discriminazioni”.

 

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Urbino Press Award. Dodici anni di giornalismo americano (2006-2017)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.