Sale!

Urbino nella letteratura italiana da Dante a D’Annunzio. Antologia.

30.00  25.50 

Enrico Maria Guidi
anno 2017
358 pp.
ISBN 9788899913175

Acquista versione PDF

 

Sfoglia la lista dei desideri
Compara
CONDIVIDI SU:

IL LIBRO

Grazie all’opera e all’ingegno di personaggi politici del calibro di Federico II da Montefeltro, l’Ubaldini, Battista Sforza e di intellettuali e artisti come Raffaello Sanzio, Federico Barocci, Laura Battiferri, Bernardino Baldi solo per citarne alcuni, Urbino, nel corso dei secoli e almeno per seicento anni, è riuscita a conquistarsi un ruolo di indiscutibile importanza nell’economia politica e culturale italiana se non europea. Di tutto ciò è evidente che ne sia rimasta traccia. Infatti, sono molte le immagini che ritraggono la città e soprattutto il suo Palazzo Ducale, vero e proprio prototipo della reggia rinascimentale ideale, in opere figurative famose, ma la sua fama è stata altrettanto celebrata da poeti e letterati. Da qui l’idea di creare un’antologia che proponesse almeno alcuni di questi passi letterari, al fine di delineare un percorso culturale della città e della sua popolazione. L’itinerario tracciato dal curatore della silloge va dal Trecento alla fine dell’Ottocento, proponendo testi più o meno conosciuti di autori italiani che si sono interessati, per vari motivi (storici, politici, encomiastici ecc.) di Urbino e del suo territorio. Ne viene un panorama inaspettato, nei suoi lati positivi e negativi, che concorre comunque a consolidare il ruolo e il fascino che la città feltresca esercitò nel corso della storia italiana.

Indice

L'AUTORE

Enrico Maria Guidi è nato in Urbino nel 1961, città dove attualmente risiede e lavora. Dopo i regolari studi liceali si è laureto in Lettere indirizzo Moderno presso la “Libera Università di Urbino” e ha conseguito il diploma triennale di “Scienze e Storia della Lingua e Letteratura Italiana” presso la stessa Università. Quale vincitore di concorso ha insegnato dal 1988 presso Istituti Superiori Storia dell’Arte e presso l’Università di Urbino, con contratto a tempo determinato, Letteratura Italiana. Ha svolto e svolge l’attività di critico letterario, artistico e curatore di mostre collaborando con riviste di respiro anche nazionale. Tra le pubblicazione sono da ricordare: “Itinerari nascosti. Saggi critici sul ’900”, 1990; “Ferrante Pallavicino, Il principe ermafrodito” (a cura di E.M. Guidi), 1991; “Movimenti artistici italiani dal ’45 ad oggi”, in “Gli archetipi immaginari nell’arte contemporanea”, catalogo del 40° Premio Michetti, Francavilla a Mare, accanto a testi di Floriano De Santis e Dino Formaggio, 1997; “Laura Battiferri degli Ammannati, Il primo libro delle opere toscane” (a cura di E.M. Guidi), 2000; “Laura Battiferri degli Ammannati, Sette salmi penitenziali di David” (a cura di E.M. Guidi) Urbino, 2005. È autore di cinque romanzi pubblicati tra il 2007 e il 2015. Dal 2010, in qualità di vincitore di concorso, ricopre il ruolo di Dirigente Scolastico presso I.C. “Pascoli” di Urbino.

RASSEGNA STAMPA

In libreria un libro che desta curiosità, di Paolo Montanari, L’altro giornale, 9 settembre 2017