Gobetti a sinistra

15.00 

di Marino Tamagnone
prefazione di Marco Scavino
anno 2022
#13 Collana Gobettiana
292 pp.
ISBN 9791280074591

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

Attraverso un approfondito lavoro di ricerca, condotto in parte su fonti archivistiche inedite o poco note, l’autore ricostruisce le figure e le elaborazioni attorno all’opera di Piero Gobetti di quattro studiosi e uomini politici, appartenenti a generazioni diverse: Paolo Spriano (1925-1988), Gaspare De Caro (1930-2015), Umberto Calosso (1895-1959) e Lelio Basso (1903-1978), mettendo in luce la complessità delle interpretazioni di Gobetti da parte delle sinistre italiane. Sono studiosi che hanno anche riedito Gobetti. Spriano curò nel 1960 e nel 1969 da Einaudi i volumi delle Opere complete con gli scritti politici e quelli storici, letterari e filosofici; De Caro ripubblicò nel 1964 «La Rivoluzione Liberale» con una introduzione “operaista” che fece molto discutere; Calosso nel 1945 intitolò Scritti attuali la sua scelta; Basso pubblicò nel 1961 da Feltrinelli, insieme a Luigi Anderlini, i principali contributi a Le riviste di Piero Gobetti. Sono lavori che qui vengono collocati e valutati con ampio respiro storico.

L'AUTORE

Marino Tamagnone (Torino, 1956) laureato in Storia delle dottrine politiche, ha lavorato come dipendente del Ministero dei beni culturali e ha pubblicato su «mezzosecolo» (n. 15, annali 2003-2006) un contributo sulla storia della casa editrice Einaudi.