Quando il testimone è l’assistente vocale (e altri studi). Colonne mute e sonore del noir

20.00 

a cura di Michele Bartolucci, Maria Messina e Giuseppe Puntarello
anno 2021
#17 Urbinoir Studi
266 pp.
ISBN 9791280074317

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

Descrizione

Quali migliori testimoni può desiderare una pubblica accusa degli assistenti vocali sempre in ascolto e pronti a registrare fedelmente tutto quello che accade dentro le mura di un appartamento privato? A partire dal primo studio – in apertura di questo libro – sulle nuove opportunità d’indagine dei delitti attraverso l’analisi dei dispositivi IoT (Internet of things) domestici, il saggio procede con diversi contributi interdisciplinari, come è ormai prassi nelle pubblicazioni della collana Urbinoir Studi, legati al paesaggio sonoro in ambito noir. Si scoprirà come il suono accompagni il delitto, a volte l’indagine; ora sottolinei stati d’animo, ora si ricolleghi alla scena del crimine. Può trattarsi delle parole di una testimonianza oppure di una confessione, ma può consistere anche solo nell’origliare, o nell’imbattersi in un indizio sonoro inaspettato. Altre volte si basa invece su ricordi riattualizzati. Ma racconta sempre, in ogni caso, una storia che va a interfacciarsi con ciò che magari gli occhi non vedono.

 

Indice e premessa

 

I CURATORI

Michele Bartolucci
È bibliotecario presso l’Area Umanistica dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Si è laureato in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia dello stesso Ateneo. Si è diplomato in violino presso il Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro. È violinista della Filarmonica Gioachino Rossini, con cui ha partecipato a numerose edizioni del Rossini Opera Festival. Ha pubblicato diversi saggi di argomento musicologico e la raccolta di racconti Urbinum musicae: sette racconti musicali (2006).

Maria Messina
È cultrice della materia di Diritto Privato presso l’Università degli Studi di Urbino, membro del Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi sulle Famiglie, Infanzia e Adolescenza e svolge attività di relatrice in seminari e convegni. Ha pubblicato articoli di ricerca su siti specializzati e riviste accademiche, tra cui “Fondi strutturali, l’Ue contro le frodi”, “La legge italiana sulle unioni civili. Riconoscimenti e rischio discriminazioni” ed è co-curatrice del volume Urbino Press Award. Dodici anni di giornalismo americano (2006-2017).

Giuseppe Puntarello
Insegna Lettere all’I.I.S. Raffaello di Urbino. Autore di numerosi articoli e collaborazioni editoriali. È stato co-traduttore di due saggi su Gilles Deleuze. Oltre all’attività di insegnamento si occupa dei labili confini dell’intermedialità, muovendosi spesso tra forme e generi diversi, tra pratica e teoria dell’immaginario. Altri suoi saggi sono apparsi nella Collana Urbinoir Studi.

Ti potrebbe interessare…

Sembrava un incidente. Staging sulla scena del crimine

23.00 

Cristina Brondoni
anno 2018
#12 Urbinoir Studi 
294 pp.
ISBN 9788899913489

Acquista versione PDF

I labirinti della mente. Tra criminal profiling e thriller psicologico

20.00 

A cura di Maurizio Ascari, Alessandra Calanchi
anno 2018
#13 Urbinoir Studi 
200 pp.
ISBN 9788899913519

Acquista versione PDF

Sale!

Crimini e scrittura. La perizia grafica negli Stati Uniti

18.00  17.10 

Sergio Agostinis e Beatrice Catenacci
anno 2018
#11 Urbinoir Studi 
216 pp.
ISBN 9788899913434

Acquista versione PDF

Sale!

Dietro le quinte del noir. Gli addetti ai lavori si raccontano

14.00  13.30 

A cura di Alessandra Calanchi
anno 2014
#2 Urbinoir-studi
178 pp.
ISBN 9788898615322

Acquista versione PDF