Leo Ferrero sul Corriere della Sera

Alessandro Chetta firma la recensione di Leo Ferrero, “torinese di Parigi”. Un intellettuale tra Italia e Francia in età fascista di Cristina Trinchero (collana Per la critica – La voce e la scrittura) sulla pagina di Torino del Corriere della Sera.

“In troppi hanno dimenticato Leo Ferrero, che al pari o tanto più di altri esuli in Francia contribuì per anni a sprovincializzare l’Italia piombata dal fascismo. Un passeur di culture lo definisce Cristina Trinchero nel suo «Leo Ferrero, un torinese a Parigi» per i tipi di Aras […]

L’autrice del volume è docente di Letteratura francese all’Università di Torino e dunque usa la bussola giusta nel mare magnum delle pagine ferreriane, da cui estrae numerose, gustose, citazioni letterali spesso in francese (il testo fa parte della collana Aras «Per la critica – La voce e la scrittura» a cura di Katia Migliori).”

Leggi tutta la recensione qui

CONDIVIDI SU:
Tags:
X