Sale!

Tra Simbolismo e Futurismo, verso Sud

20.00  16.00 

Lia Fava Guzzetta et al.
anno 2009
#4 Segni del moderno
234 pp.
ISBN 9788861560154

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

IL LIBRO

A cent’anni dal primo Manifesto futurista di Marinetti, pubblicato a Parigi su «Le Figaro» questo quarto volume della collana Segni del Moderno intende offrire alcuni spunti di riflessione su risvolti poco noti della storia del Movimento, nel passaggio tra Simbolismo e Futurismo e attraverso figure e rapporti non ancora del tutto esplorati. Pur tenendo presente la più nota collocazione tra Parigi e Milano, si è voluto guardare ad un percorso “verso sud” del movimento futurista, per indicare relazione e snodi che coinvolgono artisti e letterati che ebbero le loro radici tra il centro e il sud d’Italia, toccando nella fase anticipatoria argomenti di rilevante innovatività dei linguaggi e poi, nella fase di pienezza del Movimento, le esperienze di saturazione del Futurismo stesso che, ad un certo punto, non poteva non proiettarsi oltre se stesso.

Indice

LA CURATRICE

Lia Fava Guzzetta, direttrice della collana Segni del moderno, insegna Letteratura italiana contemporanea presso la LUMSA (Libera Università Maria Ss. Assunta) di Roma ed è direttore Consiglio scientifico del centro di ricerca humanitas Percorsi filologici-linguistici-letterari e sapienza spirituale. Le sue ricerche scientifiche si sono incentrate prevalentemente su autori quali Svevo, Verga, Manzoni, Ungaretti, Flaubert e gli scrittori siciliani del Novecento. Tra le pubblicazioni più recenti possiamo ricordare: Tra chiaro e oscuro. Domande radicali nella letteratura italiana del Novecento (2008); Triplice specchio. L’ago, la penna, il registro di classe. Uno sguardo sul femminile otto/novecentesco (2006); Domande radicali negli scrittori siciliani del Novecento (2003). Per la Ilisso ha scritto la prefazione del volume della collana Scrittori di Calabria Lo sdiregno (2006).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tra Simbolismo e Futurismo, verso Sud”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.