Sale!

Il trattatello sulle olive di Costanzo Felici da Piobbico (XVI secolo)

6.00  4.80 

A cura di Giorgio Nonni
anno 2015
#2 La Bibliotechina dei Sapori
58 pp.
ISBN 9788861561564

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

IL LIBRO

Testimonianza di una cucina povera a vocazione vegetariana, il trattatello sulle olive di Costanzo Felici da Piobbico viene presentato in una edizione filologica che consente ai lettori di gustare la saporosità di un dettato linguistico che affonda nelle pieghe della sapienza popolare di questo lembo appenninico delle Marche. Gustoso esempio di utilizzo gastronomico delle olive nella cucina feriale e nei periodi bui delle quaresime – quando i cicli di astinenza prevedevano un consumo di ortaggi poveri ed “il volgo” soleva mangiarle con pane e sale – questo testo offre ricette anche per la conservazione delle olive in salamoia o con cenere e calcina. Solo così la sapienza lenta dell’agricoltore, che colmava di sudate fatiche una terra che era spesso restìa a contraccambiarlo, era in grado di allontanare lo spettro della fame e di preservare per tempi di magra un possibile companatico come le olive.

Indice

IL CURATORE

Giorgio Nonni, docente di Letteratura italiana all’Università di Urbino Carlo Bo, si è interessato di lessicografia medievale e di lirica di corte del ’400. Ha allargato i suoi interessi alla trattatistica rinascimentale, alle dissertazioni naturalistiche del medico cinquecentesco Costanzo Felici da Piobbico e alla storiografia della corte urbinate, pubblicando la prima edizione italiana delle monumentali  Memorie dei Duchi di Urbino di James Dennistoun.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il trattatello sulle olive di Costanzo Felici da Piobbico (XVI secolo)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.