Sale!

I sette

9.00  7.65 

Oddo Mantovani 
anno 2014
80 pp.
ISBN 9788898615056

 

Compara
CONDIVIDI SU:

IL LIBRO

In questa pièce teatrale ordinata e composta si racconta lo stillicidio morale di un uomo chiamato a compiere il suo dovere in nome dello stato, anche quando questo contrasta con la sua coscienza di libero cittadino. Scritto all’età di vent’anni e sotto l’influsso di suggestioni Brechtiane, “I sette” è un’opera senza tempo, o meglio fuori dal tempo, non solo per l’ambientazione volutamente non precisata, ma anche e soprattutto perché ci parla di quell’agone interiore che appartiene agli esseri umani di tutte le epoche. E’ l’incontro-scontro tra il “Leviatano”, lo stato-mostro che vuole invariabilmente imporre la sua autorità su tutti, e il libero arbitrio dell’individuo il cui destino, pur non essendo scritto, è vincolato al destino di una struttura politica sovraordinata. Ogni uomo, in fondo, è chiamato a fare delle scelte, e può decidere se scegliere secondo coscienza o secondo ciò che gli conviene. Il personaggio di Hans è il prototipo dell’eroe senza eroismo, di colui che s’illude di agire in modo impavido e ribelle ma le cui azioni, in realtà, non cambieranno il corso della sua esistenza né di quelle altrui perché non abbastanza coraggiose e rivoluzionarie. Lo stesso autore ha già pubblicato altri due romanzi per la Aras Edizioni: “La morte di Amleto” e “Dopo cena”.     

L'AUTORE

 

Oddo Mantovani ha già pubblicato con Aras Edizioni, La morte di Amleto (2009), Lettere di classe (2010), Dopo cena (2012).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I sette”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.