Gli inquinati

14.00 

Roberto Ugolini
anno 2019
#6 Stile Rana
138 pp.
ISBN 97888999135687

Compara
CONDIVIDI SU:

IL LIBRO

Claudio Bonomi è alla ricerca di un meccanico, ma finisce in una comune per la crescita spirituale con bancomat a forma di fiori di loto; Nicola Zanini è un impiegato stitico, solo e disprezzato; Goffredo Garonzi parte volontario in Africa per settantadue ore, il tempo di qualche scatto con la sua Reflex…

Eccoli alcuni dei protagonisti meschini de Gli inquinati, privi di qualunque statura morale che ricordano in parte gli “uomini schifosi” di David Forster Wallace, ma con quel fare tipicamente italico.

Ugolini, con stile satirico, cinico e grottesco, sferza una critica pesante a quella fetta di società inquinata che ama soluzioni semplici per problemi complessi, senza un briciolo di empatia e di solidarietà, creando racconti fuori dalle convenzioni e dal politically correct.

Cosa vi resterà sul volto dopo la lettura? Un sorriso amaro o un ghigno?

Prefazione di Pietro Calandra e postfazione di Alessandro Ciacci (Stand up comedian)

Anteprima

L'AUTORE

Roberto Ugolini, classe 1979, lavora come programmatore nel campo dell’automazione industriale. Da sempre appassionato del linguaggio umoristico e satirico in tutte le sue forme, in passato ha collaborato con la rivista «Mamma!» e con lo Smiting Festival di Rimini.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gli inquinati”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.