Forme della comunicazione criminologica. Il crimine come processo comunicativo

20.00 

Giacomo Buoncompagni
anno 2018
#5 Nemesi – Psicologia e formazione
154 pp.
ISBN 9788899913595

Acquista versione PDF

Compara
CONDIVIDI SU:

IL LIBRO

Il comportamento criminale può essere inteso come una forma di comunicazione? Può essere meglio analizzato e compreso, attraverso l’analisi comunicativa-relazionale e delle nuove tecnologie digitali? Il saggio affronta vecchie e nuove frontiere della criminalità, come cyber-terrorismo, bullismo e cyberbullismo, cyber-gangs o sette criminali. Partendo dal presupposto che ogni comportamento è comunicazione, per comprendere i linguaggi e le azioni di natura criminogena è allora necessario analizzare i processi di comunicazione e relazione. La comunicazione criminologica si conferma così come insieme di tutti quei comportamenti e situazioni in cui sono presenti due o più attori comunicanti che inviano un determinato messaggio e che agiscono all’interno di un contesto criminologi-coinvestigativo; le forme analizzate nel testo sono da intendersi come strumenti d’investigazione e analisi, di prevenzione e risoluzione di un crimine, ma anche tecniche criminali per manipolare, ingannare o anche come mezzo per informare, apprendere e comprendere la realtà.

Indice

L'AUTORE

Giacomo Buoncompagni è dottore in comunicazione presso l’Università di Macerata. Ha conseguito due diplomi master di secondo livello in scienze criminologiche e forensi presso l’Università Marconi di Roma. È presidente per la provincia di Macerata dell’Associazione AIART (associazione cittadini mediali onlus) e collabora come esperto-formatore in analisi dei media e dei fenomeni devianti con la Polizia Postale di Macerata-Ancona. Cultore della materia in Comunicazione di massa e nuovi media e Sociologia generale e della devianza; da novembre 2017 è dottorando di ricerca in Sociologia, curriculum Human Sciences, presso l’Università di Macerata.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Forme della comunicazione criminologica. Il crimine come processo comunicativo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.